C

Ci siamo, ultimo passo prima del rientro.
Sto scrivendo questo ultimo post dal mio mansardino alla francese, qui a Milano.
Ascoltando un pezzo dei miei amici NovaGround. Un pezzo che parla di una viaggio.
E ripenso alla City.
Londra è davvero una città incredibile. Energica, vivace, vibrante, internazionale, piena di vita.
Sicuramente come tappa è stata anche la più semplice, soprattutto dopo Tokyo.
Arrivo nel primo pomeriggio di mercoledì scorso.
Dopo un mese randagio, qui prenoto in un piccolo hotel zona Westminster, a pochi passi da Bayswater.
Mi sembra quasi strano non salutare nessuno al mattino, andando in bagno a lavarmi i denti.
A Londra vivono mio cugino, Davide e uno dei miei più cari amici, Carletto.
Il primo giorno, complice anche il fuso, mi sento rincoglionito a livelli incredibili, ma per evitare ripercussioni mi vedo con Dave a cena e una birra con Carletto.
Mi sento molto leggero, seduto sul retro dell’albergo a fumare una delle prime sigarette europee, pensando anche a tutto il percorso che mi ha portato fino a qui.
Sento aria di casa e questa sensazione ha un effetto ambivalente su di me: in parte son contento di tornare a casa ma in parte sono davvero dispiaciuto della fine di questa esperienza.
Il giorno seguente è assoluto day off, considerando che la sera mi avrebbe raggiunto la Ele da Milano, non volevo nemmeno vedere da solo la città.
Passo la mattina ad aggiornare il blog, mi perdo ad Hyde Park, mi faccio la vasca fino ad Upton Park per vedere lo stadio del West Ham United e torno a Canary Wharf a cenare con mio cugino.
I giorni successivi ci facciamo tutta Londra: Hyde Park, Buckingham Palace, Piccadilly Circus, Trafalgar Square, Cina Town, Coven Garden, Soho, Oxford Street, House of Parlament, Tower Bridge, Portobello Market e Notthing Hill.
Ma quanto è bella questa città?
L’ultima sera andiamo in un ristorante belga con cugino, Carletto e tutta compa, per gustarci cozze e birra.
Sono davvero impressionato della vita che trovo qui nella City.
Scrivendo ora, dopo essere rientrato, devo dire che la cara Milano soffre un minimo di depressione.
Questa osservazione è stata decisamente scremata dal fatto che fossi in viaggio, ve l’assicuro.
Ho passato qui dei giorni meravigliosi, considerando anche che, dopo più di un mese (da Perth), rivedevo dei visi conosciuti e amici.
La domenica ci dirigiamo verso l’aeroporto per il rientro e dopo aver litigato con quelli di EasyJet (son davvero ridicoli) mi imbarco verso la mia ultima destinazione.
Sono state settimane davvero intense, che mi hanno rivoltato come un calzino e durante le quali ho vissuto delle esperienze che mai potrò dimenticare nella mia vita.
Luoghi e culture che hanno per sempre cambiato la mia percezione della realtà, aggiungendo dei piccoli mattonici al mio bagaglio di esperienza.
La mia vita si è arricchita di nuovi sapori e fragranze, di nuovi colori e soprattutto di nuovi occhi, con cui poter vedere quello che mi circonda con una nuova e più ampia consapevolezza.

Here I am, the last step before returning home.
I am writing this last post from my french style loft , in Milan.
Listening to a song of my friends NovaGround. One track which speaks of a trip.
And it brings me back to the City. London is truly an amazing city. Energetic, lively, vibrant, international, full of life.
Surely as a stop was also the easiest, especially after Tokyo.
I Arrive early afternoon of last Wednesday.
After a month lived as stray, here I book a small hotel in the Westminster area, a short walk from Bayswater.
It seems almost weird not saying good morning to anyone going to the bathroom to brush my teeth.
In London live my cousin, David, and one of my dearest friends, Carletto.
On the first day, also because of the let lag, I feel quite disoriented, but to avoid later impacts on myself, i meet Dave for dinner and Carletto for a beer.
I feel very light, sitting on the back of the hotel to smoke one of the first European cigarettes, also thinking about all the way that has brought me this far.
Something very familiar in the air reminds me of home and this feeling has an ambivalent effect on me: I am happy to go home, but I feel really sorry because my journey is coming to an end.
The next day is absolutely off, as in the evening Ele would have reached me from Milan, I did not want to see the city alone.
I spend the morning to update the blog, I get lost in Hyde Park, I go for a long walk until at Upton Park to see the stadium of West Ham United and return to Canary Wharf for dinner with my cousin.
The next few days we visit all of London: Hyde Park, Buckingham Palace, Piccadilly Circus, Trafalgar Square, China Town, Covent Garden, Soho, Oxford Street, House of Parlament, Tower Bridge, Portobello Market and Notting Hill.
But how beautiful is this city?
The last evening we go to a Belgian restaurant with my cousin, Carletto and all the friends,for a dinner with mussels and beer.
I’m really impressed of the life that I find here in the City.
Writing now, after returning, I must say that Milan is suffering of a minimum of depression.
This observation was definitely evaluated from the fact that I was traveling, I assure you.
I spent a wonderful few days here, considering that, after more than a month (from Perth), I saw again familiar faces and friends.
On Sunday we head to the airport for the return and after arguing with EasyJet (they are ridiculous) I am embarking towards my ultimate destination.
These weeks have been really intense, they have turned me inside out and during which I experienced something that I will never forget in my life.
Places and cultures that have forever changed my perception of reality, adding small bricks to my baggage of experience.
My life has been enriched with new flavors, fragrances, and new colors and especially new eyes with which to see what surrounds me, with a new and wider awareness.

20140329-202321.jpg

20140329-202332.jpg

20140329-202346.jpg

20140329-202422.jpg

20140329-202530.jpg

20140329-202546.jpg

20140329-202556.jpg

20140329-202609.jpg

20140329-202618.jpg

20140329-202627.jpg

20140329-202653.jpg

20140329-202703.jpg

20140329-202719.jpg

20140329-202730.jpg

20140329-202745.jpg

20140329-202753.jpg

20140329-202807.jpg

20140329-202822.jpg

20140329-202835.jpg

20140329-202848.jpg

20140329-202901.jpg

20140329-202914.jpg

20140329-202927.jpg

20140329-202951.jpg

20140329-203049.jpg

20140329-203104.jpg

20140329-203125.jpg

20140329-203144.jpg

20140329-203212.jpg

20140329-203228.jpg

There are no comments